Image 01

Wine & Food

I piatti tipici delle Cinque Terre, ideati e tramandati nei secoli, sono costituiti da ingredienti semplici: il pesce, le verdure coltivate negli orti, le erbe aromatiche che crescono spontaneamente. La sintesi dei fattori e la fantasia degli ideatori hanno prodotto un risultato mirabile e tale testimonianaza gastronomica rappresenta oggi uno degli aspetti di maggior significato.

I vini delle Cinque Terre - il Bianco e lo Sciacchetrà - sono a denominazione d'origine controllata dal 1973. La messa in opera dei "trenini" monorotaia ha contribuito ad agevolare i lavori necessari per i trattamenti e la vendemmia, soprattutto nelle aree con fortissime pendenze. Nella tradizione, il Cinque Terre Bianco è adatto per accompagnare armoniosamente i piatti della cucina locale, soprattutto a base di pesce. La salinità e la schiettezza si accordano in maniera particolare con le acciughe (fritte, ripiene, al forno con patate) e i muscoli (o cozze) sia alla marinara sia ripieni.

Lo SCIACCHETRA' è sicuramente uno dei primissimi passiti italiani, la cui resa è bassissima perchè l'uva viene fatta appassire fino alla fine di novembre con la conseguente concentrazione degli zuccheri e delle altre sostanze, che daranno allo Sciacchetrà, le caratteristiche di vino prelibato, di nettare squisito. Di grande struttura, adatto ad accompagnare dessert di buona consistenza, come il pandolce genovese, il canestrello di brugnato, il panforte senese, il torcolo perugino.

A tavola potrai gustare ricette tipiche come:

  • Acciughe in bianco al tegame
  • Speghetti "all'acciugata"
  • Moscardini in umido
  • Frittelle di bianchetti
  • Acciughe ripiene
  • Zuppa e Risotti di muscoli
  • Acciughe marinate al limone
  • Baccalà marinato
  • orata al forno con patate e olive
  • Muscoli ripieni
  • Torta di riso di Soviore